Categoria: Proposte Imperdibili

Il cielo in una bolla: qui si dorme sotto le stelle

Postato da:lara/ 191 0

Hai mai sognato di dormire sotto le stelle?

Che sia nella ‘vecchia’ cabina della funivia in Val Seriana o in una sfera di vetro nella Bergamasca, dimenticate le pareti e il soffitto: ecco le alternative per godersi il paesaggio.

Il cielo in una stanza a Safiental. Nel Cantone dei Grigioni, a Safiental, un solido pavimento di travi di legno, un letto matrimoniale e due comodini. Nient’altro. Le pareti sono l’aria sottile dei 1500 metri, il tetto è fatto di stelle. Al mattino colazione a letto con i prodotti dei pascoli che si stendono intorno. L’idea è venuta nel 2008 ai fratelli artisti Frank e Patrik Riklin assieme al socio Daniel Charbonnier.

L’isola nella montagna svizzera. Berginsel, un’isola di montagna che si sporge sulla valle del Rodano, all’ingresso della selvaggia Turtmanntal. È il Berginsel bed&breakfast, uno dei tanti Million Stars Hotel svizzeri da scegliere su myswitzerland.com. Questo, a Oberems nel Vallese, offre letti all’aperto sul prato, tavolini e sedie per la colazione e un più tranquillo camerone, o una doppia con leggero sovraprezzo, in vaso di maltempo.

Una scatola di stelle al rifugio Mongioie. Nelle Alpi Liguri, non lontano dal selvaggio massiccio del Marguareis – traforato da uno straordinario complesso di cavità – i gestori del rifugio Mongioie, a circa 1500 metri, hanno montato quattro “StarsBox” il cui tetto si apre completamente, come una bomboniera. Dentro ci sta il letto – ben equipaggiato di piumoni – e poco altro, fuori tutto il resto. Da Viozene, poco oltre Ormea, 300 metri di dislivello a piedi.

Immerso, un modulo da archi… star. Fabio Vignolo e Francesca Turnaturi, architetti, hanno parcheggiato il loro primo modulo abitativo, chiamato Immerso, in un campeggio dell’alta Val Chisone, nel Torinese. Oggi uno è montato tra le vigne dei Poderi Oddero di Santa Maria di La Morra, nelle Langhe, e viene utilizzato per degustazioni en plein air. Progetto architettonico nato da una ricerca sulla sostenibilità, che guarda ovviamente alle cabane di tante archistar del passato, è realizzato completamente in legno e vetro. Nei prossimi mesi altri ne dovrebbero essere montati, per uso privato e pubblico.

Le bolle sulle colline dell’Alta Langa. Gorzegno, Alta Langa, un paese amato e citato da Beppe Fenoglio nelle sue storie di resistenza. Nella frazione di Robertiero, le Gaia’s Spheres offrono venti metri quadrati di intimità nella natura, con la possibilità di picnic sull’erba e un panorama selvatico del tutto diverso da quello pettinato delle vicine Langhe. Riscaldate con stufa a legna e raffrescate con un ventilatore solare, nelle sfere di Gaia – è la figlia dei proprietari – si può fare colazione con prodotti a km0 e degustare il vino della zona.

La sfera di vetro nella Bergamasca. Nella Bergamasca, in valle Imagna, una sfera trasparente montata in un giardino privato con sauna finlandese e vasca idromassaggio riscaldata a legna. Si dorme nel vicino chalet, ma si può cenare a lume di candela.

La cabina della funivia in val Seriana. L’ingresso della stanza è una vecchia cabina della funivia che portava da Albino a Selvino, piccola stazione di sci a nemmeno mille metri in val Seriana. La Cableway Room sull’altopiano Selvino Aviatico è sormontata da una costruzione in legno e vetro – la camera da letto con materasso ad acqua – che permette una vista a 360° sulle montagne bergamasche.

La cabane rotante tra le Dolomiti. Una cabane di legno con una stanza tutta di vetro che ruota su se stessa per seguire il moto degli astri. È la Starlight Room del rifugio Col Gallina, a brevissima distanza dal passo del Falzarego, verso Cortina. In mezzo alle Dolomiti Ampezzane – in faccia ci sono Averau, Nuvolau e le sagome inconfondibili delle Cinque Torri – l’invenzione del gestore di uno dei rifugi più frequentati della zona, Raniero Campigotto. Sul filo dei duemila metri l’aria è frizzante anche d’estate, quando scende il sole, ma i piumoni sono sufficienti per una notte di prima visione sul cielo sopra i Monti Pallidi.

La bolla tra gli ulivi in Umbria… È una tenda geodetica trasparente quella montata in Umbria, nei pressi del lago Trasimeno, sul prato del bed&breakfast del Casale Millesoli. In mezzo agli ulivi, le colline sullo sfondo, niente privacy ma la notte che arriva sul bordo del letto, ti culla il sonno, ti avvolge nella brina (ma la tiene a distanza). Tra le proposte anche le tende sospese tra gli alberi, sorta di amache coperte per chi non soffre di mal di mare.

…oppure in Basilicata. A Satriano di Lucania ne sono state montate tre, dentro un bosco di querce tra stormire di foglie e sveglia con il canto degli uccelli. Nei pressi è disponibile anche una vasca idromassaggio. Colazione nella bolla con prodotti nostrani.

Fonte: La repubblica

Libri da leggere prima di andare in Giappone

Postato da:lara/ 345 0

Se non possiamo andarci, possiamo sognare a occhi aperti. Nella speranza di salire su un aereo il prima possibile.

ORIZZONTE GIAPPONE

Dalla folla di Tokyo agli orsi dell’estremo nord, dalle giungle delle isole tropicali ai ciliegi in fiore di Kyoto, per arrivare fino al grande vuoto lasciato dal devastante tsunami del 2011 e dal disastro nucleare di Fukushima. Leggi di più

Le destinazioni più “instagrammabili” d’Europa secondo Ryanair

Postato da:lara/ 389 0

Nell’attesa di tornare a solcare i cieli d’Europa con i nostri viaggi alla scoperta degli angoli più belli del nostro continente, vi proponiamo una selezione di destinazioni tra le più bele da fotografare e condividere sul noto social media.

Che siate d’accordo o meno, una delle mode del momento consiste nello scegliere delle destinazioni da visitare con l’unico scopo di poter scattare delle foto da postare su Instagram. Leggi di più

Madrid

Buon Natale e un sereno 2021: alcune considerazioni e un grande grazie

Postato da:lara/ 726 10

Esattamente un anno fa, orgogliosa di me stessa e della mia collaboratrice, ricontrollavo i viaggi 2020, facendoli “incastrare” alla perfezione, con una diversità di programmi ed esperienze davvero varia: ero al settimo cielo per tutto ciò che avremmo vissuto insieme.

Il 25 febbraio ho ricevuto una telefonata dal mio caro amico e corrispondente ad Amman: ero appena rientrata dalla Namibia e due giorni dopo sarei dovuta partire proprio per la Giordania con alcuni di voi.

Quella telefonata, che pensavo fosse di piacere, è stata invece l’inizio del blocco che, da li a due giorni, avrebbe investito come un uragano l’intero comparto turistico e tutti noi.

Se gli altri settori ha ricominciato a lavoricchiare qualche mese dopo, noi siamo rimasti fermi al 27 febbraio, cancellando tutta la programmazione che con cura avevamo pianificato, riprogrammando tutte le partenze e i voli cancellati, cercando di far rientrare chi era ancora all’estero, con leggi e restrizioni che cambiavano ogni giorno.

I Viaggi dello Sciamano è aperta dal 1999 e credetemi, in questi anni, ho visto ed affrontato le più disparate crisi: dagli attacchi terroristici, allo tsunami, alle compagnie aeree e ai tour operator falliti, al vulcano islandese dal nome impronunciabile che per mesi ha bloccato i cieli d’Europa, ma ciò che è successo quest’anno è stato indescrivibile e non riesco davvero a trovare la parola giusta che racchiuda tutto ciò che è successo, tutte le emozioni, i timori ed il senso di impotenza di questi mesi.

Quest’estate abbiamo programmato per alcuni di voi le vacanze e da settembre, non con pochi timori, abbiamo ricominciato a riportarvi a spasso, in modo molto pacato e a piccoli passi.

Ho pensato molto a queste giornate meravigliose che abbiamo pensato insieme!

Abbiamo dato lavoro alle ditte di bus che ci hanno scorrazzato in giro, alle nostre guide, alle ditte che ci hanno noleggiato le radioguide, ai ristoranti dove abbiamo pranzato, abbiamo goduto dei luoghi che abbiamo visitato… ma soprattutto miei cari clienti, avete dato lavoro alla mia azienda, ferma dal 25 febbraio, dopo quella terribile telefonata.

Devo ringraziare voi per questo piccolo miracolo: tutti con la mascherina, la temperatura provata mille volte, autocertificazioni da compilare che nemmeno la Treccani è composta da così tanti fogli, le mani sempre pulite con litri di disinfettante…

Non è ancora finita, lo so bene, ma sapete che sono resiliente e cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno.

Ed è per questo che anche per il 2021, abbiamo già abbozzato la nuova programmazione.

Ci saranno alcuni viaggi che, per ovvi motivi abbiamo dovuto spostare, altri avranno esperienze completamente nuove ma tutti saranno nel rispetto delle nuove regole e dandovi la garanzia di poter viaggiare con serenità.

Il mio pensiero per quest’anno davvero strampalato è solo uno.

Basterebbe seguire le regole per non andare tutti a gambe all’aria.

Basterebbe rispetto, proseguendo la nostra vita con attenzione anche agli altri.

Basterebbe fare acquisti nei negozi sotto casa, invece che cliccando sulla tastiera stando comodi sul divano: io ringrazio chi ha fatto così nei miei confronti perché solo questi piccoli gesti ci salveranno.

AUGURO UN SERENO NATALE A TUTTI, CI RIVEDIAMO PRESTISSIMO

Carla Ferraresi e tutto lo staff de I Viaggi dello Sciamano

 

 

 

 

La crociera? Bellissima e in totale sicurezza!

Postato da:lara/ 592 1

All’inizio di questa pandemia le navi da crociera sono diventate “famose” come luogo meno sicuro, tra i maggiori focolai di diffusione del COVID-19, cosa che ne ha causato lo stop forzato e l’ancoraggio in porto.

“Fare una crociera” è considerata una delle esperienze di viaggio tra le più romantiche: si viaggia su navi moderne e confortevoli che solcano il mare portandoti di giorno in giorno in posti diversi. Leggi di più

Trenino del Bernina: alcune curiosità

Postato da:lara/ 333 0

In questi giorni piovosi, il panorama dei luoghi attraversati dal famoso trenino del Bernina si sono tinti di bianco. Uno spettacolo della natura tutto da godere. Ma se tutti lo conoscono per il suo colore e per i luoghi che attraversa, non tutti conoscono le curiosità rispetto al suo funzionamento.

Leggi di più

Londra e le sue poco conosciute tradizioni gastronomiche

Postato da:lara/ 319 0

Certo si sà, Londra non ha alle spalle una famosa tradizione gastronomica, tanto è vero che la si ricorda esclusivamente per il famoso fish and chips. Tuttavia, a dirla tutta, esistono diverse ricette culinarie londinesi, diramatesi poi in tutto il mondo. Leggi di più

Black Friday: la tua crociera a un prezzo imbattibile!

Postato da:lara/ 433 0

Fino al 30 novembre, la tua crociera a partire da 199 euro a persona!

E se cambi idea?
Puoi cancellare la tua prenotazione entro 15 giorni prima dalla partenza!
Più di 180 crociere in promozione a prezzi imbattibili.

Leggi di più

Drink italiani tutti da scoprire

Postato da:lara/ 461 0

Conoscere l’Italia a sorsi lenti, quelli che servono per degustare un buon drink. Un viaggio così non l’avevate mai fatto: saranno gli aromi dei prodotti selezionati da Compagnia dei Caraibi a guidare questi micro-itinerari in Sicilia e in Piemonte, con un salto in Calabria e in Puglia passando anche per Firenze e Rimini. Per guardare la penisola da un punto di vista inedito, nell’anno che celebra la sua riscoperta, trasformando l’esperienza del viaggio in un percorso gustativo e olfattivo unico nel suo genere. Leggi di più

L’Austria e i suoi gustosi piatti tipici

Postato da:lara/ 535 0

Un Paese molto vicino al nostro, che nonostante molti non lo sappiano ancora, propone una cucina molto golosa. Negli ultimi anni gli chef hanno recuperano le ricette della tradizione con un tocco creativo, rendendo l’Austria un vero paese per buongustai.

Ecco alcune ricette che hanno fatto la storia gastronomica di questo paese, rendendolo ancora più bello, interessante, ma soprattutto… goloso! Leggi di più