11

Mar
2021

La festa del papà: in tutto il mondo, ma in date diverse

Postato da:lara/ 279 0

Lo sapete che la festa del papà è una ricorrenza celebrata in tutto il mondo, ma in date diverse?

In Italia il 19 marzo si festeggia la Festa del Papà: ma quanti sono quelli che davvero ne conoscono le origini? Non ci sono leggende millenarie, ma storie più recenti: la più antica risale circa a un secolo e mezzo fa, ma è dai primi del Novecento che l’usanza di celebrare i padri di famiglia comincia a diffondersi in tutto il mondo. Fu comunque la Chiesa cattolica, per prima, ad associare una celebrazione alla figura del papà, ancora nel XIX secolo: risale al 1871 la “nomina” di San Giuseppe quale “protettore dei padri di famiglia”.

Una prima curiosità? Esiste una seconda festa dedicata a san Giuseppe — san Giuseppe Artigiano — che cade il primo maggio e risale al 1955, istituita in risposta alla festa dei lavoratori che aveva origini sindacali e socialiste.

Dolci e falò

La festa del 19 marzo è caratterizzata anche da due tipiche manifestazioni, che si ritrovano un po’ in tutte le regioni d’Italia: i falò e le zeppole. Dato che san Giuseppe coincide con la fine dell’inverno, la festa si è sovrapposta ai riti di purificazione agraria. Il falò segna il passaggio dall’inverno alla primavera: in molte regioni viene bruciato un fantoccio, la «vecchia». La zeppola riprende la storia della fuga in Egitto: per mantenere la famiglia in quel periodo — secondo una leggenda — Giuseppe si trovò a vendere «frittelle».

Le altre celebrazioni

La vera storia della Festa del Papà moderna comincerà in realtà qualche decennio più tardi, in una piccola chiesa protestante degli Stati Uniti. Oltreoceano la festa si celebra a giugno, ma per un motivo molto semplice (e tutt’altro che religioso): era il giorno del compleanno del marito della signora Sonora Smart Dodd, a cui per consuetudine si deve la paternità (scusate il gioco di parole) della festa che oggi tutti conosciamo, o quasi.

In pratica, la Festa del Papà è una ricorrenza civile che non ha nulla di ufficiale, salvo rarissime eccezioni: in Svizzera, ad esempio, dove è riconosciuta come una festività a tutti gli effetti. In gran parte del mondo si celebra nella seconda metà di giugno, conseguenza diretta dell’influenza americana nel XX secolo: la celebrazione al 19 marzo è rimasta soprattutto nei Paesi a maggioranza cattolica, tra cui l’Italia, il Portogallo e la Spagna.

La Festa del Papà nel mondo

Ma se in Italia si celebra il 19 marzo, quando si festeggia nel mondo? Girovagando tra le usanze del globo, scopriamo che in Serbia si festeggia il 6 gennaio e in Russia il 23 febbraio (che è il giorno dedicato ai “difensori della patria”). La Festa del Papà cade in primavera, tra maggio e giugno, in Paesi come Austria, Belgio, Danimarca, Romania e Svizzera, dove appunto è considerata una festività a tutti gli effetti.

Come detto, nella maggior parte del mondo la si festeggia la terza domenica di giugno: dagli Stati Uniti a Singapore, dal Sudafrica all’Argentina, dalla Cina alla Francia. Cade nel mese di novembre in tutta la Scandinavia, più l’Estonia: in Thailandia si celebra il 4 dicembre, che è l’anniversario della nascita di re Bhumibol Adulyadej. Infine in Bulgaria, dove la si festeggia il 26 dicembre.

Foto

@wayhomestudio

Lascia un tuo commento

Per favore inserisci un commento
Per favore inserisci il tuo nome.
Per favore inserisci la tua email.
Per favore inserisci una email valida.