23

Mag
2019

A spasso, sulle tracce dei dinosauri!

Posted By : lara/ 193 0

Sicuramente i vostri figli vanno pazzi per i dinosauri, i giganti preistorici. Vi proponiamo alcune alcune destinazioni in cui fare un tuffo indietro nel tempo, sulle tracce dei giganti che hanno abitato la terra prima di noi!

Fonte: Lonely planet Italia – Gaia Giordani

Alle Hawaii alla scoperta di Isla Nublar

L’isola immaginaria in cui è ambientato il primo capitolo di Jurassic Park è un mix tra le isole hawaiane Kauai e Oahu. Approfittate dello scalo obbligato sull’isola di Oahu, dove si trova l’aeroporto internazionale di Honolulu, per visitare la riserva naturale di Kualoa, un ranch privato che ha ospitato alcune riprese del film e organizza passeggiate a cavallo, spedizioni nella giungla in Jeep e grandi scorrazzate sui prati a bordo dei quad. Non verrete inseguiti da un branco di Gallimimus in fuga, questo è certo, ma vi aspettano comunque emozioni forti.

Vedendo le coste a strapiombo viene voglia di fare un tuffo? Puntate verso la spiaggetta di Halona, dove naufragano i protagonisti dopo la grande eruzione vulcanica in Jurassic World – Il regno distrutto.

Raggiungete Kauai in circa mezz’ora di volo e restate per aria: un giro in elicottero è l’ideale per sorvolare le alture attorno alle Manawaiopuna Falls, tra le cascate più spettacolari al mondo, e ammirare le acque cristalline sulla costa di Na Pali. Imperdibile un tour del Jurassic Kahili Ranch, che ha ospitato diverse riprese dei campi lunghi in cui si vedono pascolare i Brachiosauri, per osservare tantissime specie botaniche rare e in via di estinzione, conservate dai ricercatori al Limahuli Garden e al National Tropical Botanical Garden.

I fossili di dinosauro in USA

Con un 4×4 potete raggiungere il Red Rock Canyon State Park nel deserto del Mojave in California, dove sono state girate le scene degli scavi archeologici in Jurassic Park: qui però non sono ancora stati rinvenuti fossili, per trovarne dovrete spingervi fino alla Dinosaur Diamond Scenic Byway lunga 824 chilometri, attraverso Utah e Colorado. Fermatevi al Cleveland-Lloyd Dinosaur Quarry, costruito vicino alla cava di argillite dove sono stati rivenuti oltre 12mila fossili che appartengono a 74 dinosauri, in particolare Allosauri. È d’obbligo una sosta al Monumento Nazionale ai Dinosauri, che si trova al confine con lo Utah: nella sua parete rocciosa potete vedere migliaia di fossili incastonati, incluse ossa di Stegosauro e Diplodoco.

Siete affascinati dal T-Rex, il più grande predatore mai esistito sulla Terra? Lo scheletro più completo ritrovato finora è esposto al Field Museum di Chicago: si chiama Sue, in onore alla paleontologa Sue Hendrickson che l’ha riesumato in South Dakota nel 1990.

Spingetevi verso il Texas, più precisamente nel Dinosaur Valley State Park, dove si trovano migliaia di impronte di dinosauro, splendidamente conservate, che riposano da 100 milioni di anni sul letto del fiume Paluxy.

Sulle tracce dei dinosauri in Italia

Se sognate di seguire le orme dei dinosauri senza volare oltreoceano puntate a sud di Rovereto, ai piedi del Monte Zugna, dove si trovano centinaia di orme autentiche di Vulcanodonti, Ornitischia e Ceratosauri che testimoniano il passaggio di queste mitiche creature nella Valle dell’Adige, impresse nel fango trasformato in calcare grigio: le visite sono organizzate dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto. Mentre siete in zona potete fare una visita al MUSE Museo della scienza di Trento dove è conservata la copia originale dello scheletro di un Dilophosauro, l’antenato del T-Rex, antico ben 200 milioni di anni.

Il Friuli Venezia Giulia è uno dei siti archeologici più prolifici in Italia: nel Villaggio dei Pescatori di Duino Aurisina, in provincia di Trieste, sono stati rinvenuti fossili appartenenti ad Antonio, un Tethyshadros insularis, esposti al Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, e Bruno, un Adrosauro lungo circa 5 metri e vecchio 70 milioni di anni.

Lo scheletro Ciro, il primo dinosauro ritrovato in Italia, è particolare perché è l’unico al mondo in cui sono ancora visibili gli organi interni: il suo calco è conservato dal Paleolab di Pietraroja a Benevento, dove è stato rinvenuto nel 1980.

Sui Monti Prenestini, vicino a Roma, sono state rinvenute le ossa di un Titanosauro lungo 6 metri, soprannominato Tito come uno dei re di Roma: la sua ricostruzione a grandezza naturale si trova al Parco della Preistoria di Rivolta d’Adda, a Cremona. Fa compagnia a una cinquantina di dinosauri ricostruiti a grandezza naturale, tra cui un Saltriosauro, ritrovato a rivenuto vicino a Varese, parente del Tirannosauro: i fossili delle sue ossa fossili sono conservate dal Museo di Storia Naturale di Milano.

In Italia si trovano anche i fossili di due foreste preistoriche di inestimabile valore storico, che potete esplorare su appuntamento. La foresta fossile di Dunarobba, in provincia di Terni, è composta dai resti dei tronchi delle gigantesche conifere Taxodion, simili alle odierne sequoie. In Sardegna, nella provincia di Oristano, si trova la foresta pietrificata di Zuri-Soddì, famosa come la foresta fantasma, che fino a 25 milioni di anni fa era viva e vegeta.

I parchi dei dinosauri in Italia

Un modo divertente per scoprire come si sono evoluti ed estinti i dinosauri è visitare un parco tematico. In Italia ce ne sono alcuni particolarmente interessanti.

Il Parco Dinosauri Lost World, a San Secondo di Pinerolo in provincia di Torino, vi offre un percorso per scoprire come si sono evoluti i dinosauri dal Triassico al Cretaceo, ammirando le loro ricostruzioni posizionate tra gli alberi del bosco. Il Parco Paleontologico Dinosardo di Oristano parte dai microbi: trilobiti, stromatoliti e la fauna di Ediacara sono esposti nei giardini sabbiosi in una grande panoramica sulla biodiversità preistorica.

Il Parco Paleontologico di Cene, in provincia di Bergamo, è costruito vicino al sito archeologico dove, negli anni Settanta, è stato ritrovato uno scheletro di Eudimorphodon, lo Pterosauro più antico del mondo.

All’Extinction Park dentro il Parco Natura Viva, sul Lago di Garda, il percorso in ordine cronologico vi presenta le riproduzioni dei primi anfibi emersi dalle acque fino al Tirannosauro. Nel parco troverete anche animali che si sono evoluti dai giganti estinti, come le testuggini e l’armadillo.

 

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.