25

Gen
2017

Le meraviglie naturali di Praslin

Posted By : lara/ 2004 0

Chiamata Isola delle Palme dalla fine del ‘700 dall’esploratore francese Lazare Picault, l’isola dell’arcipelago delle Seychelles è conosciuta ad oggi con il nome di Praslin; è da considerarsi una delle aree più suggestive e selvagge con alcune tra le migliori spiagge del mondo.

La Storia: Praslin – Arcipelago delle Seychelles

Utilizzata nei secoli passati come perfetto nascondiglio della refurtiva di numerose compagnie di pirati che si aggiravano nell’Oceano Indiano, quest’isola deve il suo nome, dal 1768, al Ministro della Marina francese Cesar Gabriel de Choiseul, Duca di Praslin appunto.

Seconda in ordine di grandezza dell’arcipelago delle Seychelles, Praslin è una delle isole più affascinanti, selvagge e tranquille dell’arcipelago, ornata tutt’attorno da alcune delle spiagge più belle del mondo e con al suo centro un cuore pulsante, composto da una rigogliosa e lussureggiante vegetazione, racchiusa per intero nel Parco Nazionale di Praslin.

Arcipelago delle Seychelles: le migliori spiagge del mondo

Le spiagge di Anse Lazio e Anse Georgette sono da considerarsi le spiagge più belle, spesso inserite nella top ten riguardanti le migliori spiagge del mondo.

Anse Lazio è situata sulla costa nord-ovest dell’isola, caratterizzata da una sabbia fine e bianchissima e un’acqua cristallina, limpida anche a metri e metri di profondità, Anse Georgette, invece, è rimasta più selvaggia per via della maggior difficoltà di essere raggiunta (situata sulla punta più a Nord dell’isola), contraddistinta dalla completa assenza, sulla spiaggia ed in mare, di un qualsiasi tipo di corallo o roccia, creando l’effetto ottico di un’enorme specchio color turchese senza alcun tipo di macchia.

Arcipelago delle Seychelles: Parco Nazionale di Praslin

Venendo ora a quel che prima abbiamo definito il “cuore pulsante dell’isola”, il Parco Nazionale di Praslin racchiude al suo interno una delle aree naturali più belle e suggestive del mondo: la Vallèe de Mai, iscritta, fin dal 1893, tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Il generale Charles George Gordon (l’eroe di Khartoum), nella seconda metà dell’800, affacciandosi per la prima volta a questa valle, si convinse addirittura che era di fronte al biblico giardino dell’Eden.

Peculiarità principale di quest’area dell’Arcipelago delle Seychelles è la crescita naturale di diverse specie di palme endemiche tra cui la Loidocea maldivica, ovvero la palma del famosissimo Coco de mer, la noce più grande e pesante del mondo, con un diametro medio di 50 cm e un peso che varia tra i 15 e i 22 kg.

Le meravigliose bellezze naturali racchiuse all’interno di questa splendida isola sono da considerarsi un grande incentivo per visitarla da cima fondo senz’alcuna esitazione, quindi cosa aspettate?

Realizza subito questo sogno, scrivici!

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.